Guide
/
Imparare a risparmiare: come e dove farlo nel modo giusto?

Come investire? Quanto investire? Quali investimenti privilegiare? A che tasso di rendimento puntare? Non ci stancheremo mai di dirlo: nei periodi in cui l’economia è in crisi, limitarsi a risparmiare non è sufficiente. Bisogna invece investire nel lungo termine, utilizzare i capitali per far fruttare i propri soldi, che sia nell’immobiliare, nelle assicurazioni sulla vita o in Borsa. Investire significa avere un occhio di riguardo per il proprio futuro, costruirsi un patrimonio, ottenere dei benefici fiscali…

1. Perché è importante investire?

Si tratta di un’ottima domanda. Investire i propri capitali invece di lasciarli dormienti su un libretto o un conto deposito risponde a diversi obiettivi:

  • aumentare le proprie entrate
  • far fruttare il proprio capitale
  • crearsi un patrimonio
  • proteggere la propria famiglia 
  • prepararsi alla pensione
  • ottenere dei benefici fiscali

Ovviamente esistono tante altre ragioni, ma queste sono quelle che spingono maggiormente le persone a investire. Eppure, se gli italiani sono piuttosto abituati a risparmiare (seppur con percentuali piuttosto basse, se preso in considerazione il periodo 2019-2021), con l’investimento è tutta un’altra storia. La crisi economica spaventa i potenziali investitori, che sono piuttosto prudenti, e concentrano i loro sforzi di risparmio su prodotti a basso rischio finanziario: primi fra tutti, i certificati di deposito e i buoni fruttiferi postali, che attirano sia gli investitori con un alto livello di conoscenze finanziarie sia coloro che hanno un livello più basso.

Prodotti che danno una certa sensazione di sicurezza, non c’è dubbio, ma non sempre ottimali. Con dei tassi di rendimento infinitesimali, la constatazione è presto fatta: la perdita di capitale è assicurata. Quindi? Quindi, nel decidere di giocare la carta della sicurezza a tutti costi (ma esiste poi questa sicurezza?), si corre il rischio di lasciare il tanto sudato denaro a intaccarsi. Il che, nel corso degli anni, si traduce immancabilmente in una perdita.

2. Come scegliere gli investimenti giusti?

Prima di lanciarsi negli investimenti e prendere appuntamento con il banchiere, bisogna fermarsi un attimo e fare un bilancio delle proprie finanze personali. Si tratta di un passaggio essenziale per evitare di ritrovarsi a investire dei capitali che non si hanno a disposizione. 

Una volta calcolato il patrimonio a disposizione, sarà più facile passare a investire. È importante però sottolineare che non esiste un modo unico per investire: come sempre non possiamo dare una risposta che valga per tutti nella stessa maniera, semplicemente perché tutto dipende dalle proprie finanze, dagli obiettivi, dai rischi che si è disposti ad assumersi, ecc. Possiamo però stilare una lista di consigli per investire bene:

  • diversificare i piazzamenti
  • pensare nel lungo termine
  • essere regolari nei versamenti
  • investire delle somme ragionevoli

3. In cosa investire nel 2022?

Tutti gli investitori, a prescindere dal loro profilo, sono a caccia dell’investimento perfetto. Quello che combina redditività, interessi, sicurezza e, perché no, qualche beneficio fiscale. Non vorremmo fare i guastafeste, ma purtroppo un investimento simile non esiste. Ogni investitore, infatti, deve sempre confrontarsi a una scelta (e scegliere è di per sé un atto di rinuncia): un piazzamento sicuro ma meno redditizio o un investimento rischioso ma con un forte potenziale di guadagno? Si tratta di scelte da compiere in funzione degli obiettivi di ciascuno, e delle sue possibilità.

Fra gli investimenti da privilegiare nel 2022 ci sono:

  • il mattone (l’immobiliare)
  • la pensione integrativa
  • l’investimento immobiliare locativo
  • l’investimento socialmente responsabile
  • l’oro
  • la Borsa
  • i valori mobiliari
  • le azioni
  • le obbligazioni
  • l’assicurazione sulla vita
  • le imprese
  • l’acqua
  • le foreste
  • il vino e le vigne
  • l’arte
  • lo sponsoring
  • i fondi
  • il crowdfunding

4. Come investire in modo sicuro?

Come abbiamo già detto più volte, investire in modo sicuro non è una certezza: infatti, il rischio zero negli investimenti non esiste. Ogni forma di investimento ha una componente di potenziale perdita di capitale. Del resto basta pensarci un attimo, il mercato non è stabile sempre al 100%, le fluttuazioni esistono, gli eventi esterni esistono, e le incertezze della vita anche. Chi si aspettava una pandemia del genere? E come dimenticare i conflitti che rimescolano le carte in tavola più spesso di quanto non si pensi?

L’investimento perfetto, quindi, non esiste. Ma ponendoti le buone domande puoi arrivare a trovare il buon investimento per te. Come per il risparmio, anche negli investimenti devi chiederti quali sono i tuoi obiettivi, quali sono i tuoi progetti.

E in seguito definire il tuo profilo. Potresti infatti essere un investitore:

  • prudente
  • dinamico
  • equilibrato

In base a come ti definisci, riterrai rischiosi o meno certi investimenti, e altri no. La cosa importante, però, è e sarà sempre la diversificazione. Solo ripartendo i tuoi soldi in maniera intelligente, infatti, potrai fare il miglior piazzamento.

5. Come investire piccole somme di denaro?

Si tratta di una domanda più che lecita. Non tutti dispongono di enormi capitali che possono permettersi di rischiare facendo grossi investimenti. Ma per queste persone il mondo dell’investimento non è affatto sbarrato a priori. Si può infatti anche cominciare a investire con piccole somme che, nel caso in cui dovessero fruttare, potrebbero essere reimmesse nel circuito per investire di volta in volta qualcosina in più.

Rispetto al passato, in cui bastava parcheggiare i propri soldi in un conto deposito, su dei libretti o dei buoni fruttiferi postali per vedere risultati concreti, oggi questi strumenti hanno dei rendimenti davvero troppo bassi per giustificare degli “investimenti” di questo tipo, soprattutto quando a disposizione si hanno somme esigue.

Rivolgendoci quindi ad altri strumenti, sempre con un rischio controllato, potremo ottenere rendimenti più sostanziosi. Fra questi figurano:

  • fondi comuni di investimento
  • ETF
  • risparmio amministrato
  • micro-fondi

6. Come investire un grosso capitale?

Situazione inversa: hai un grosso capitale da investire ma non sai a cosa puntare? Con una somma cospicua, hai la fortuna di poter diversificare maggiormente. Questo perché potrai suddividere la tua somma in parti più piccole e quindi effettuare strategie di investimento più strutturate.

Visto che queste parti saranno comunque di per sé interessanti, gli investimenti non incorreranno nel rischio di diventare controproducenti, ad esempio pagando spese di commissione esorbitanti.

A seconda del tuo profilo, e dividendo un grosso capitale in quattro parti uguali, potresti decidere per soluzioni ogni volta diverse.

Investimento bilanciato

Investimento che punta al rendimento

investimento aggressivo

etf azionario

etf azionario

azioni

etf obbligazionario

etf obbligazionario

azioni

conto deposito

conto deposito

azioni

bene di rifugio

etf azionario/obbligazionario

azioni

In ogni caso, il consiglio è quello di diversificare sempre.

7. Domande frequenti

💰 Qual è l'investimento più redditizio?

Storicamente, l'investimento più redditizio resta quello in Borsa, attraverso le azioni. Con un rendimento medio del 13,9% negli ultimi 40 anni, sono l'investimento da prediligere quando si cerca redditività. Ma prudenza! Al suo alto rendimento corrisponde un alto rischio: la possibilità di perdere molti soldi è reale.

📈 In quali azioni investire?

La scelta dipende dai tuoi obiettivi di vita: per investimenti a lungo termine, meglio privilegiare gli ETF (tracker), fondi indicizzati quotati in borsa che replicano un indice generale (come il FTSE MIB). Oppure si può ricorrere ad azioni da dividendo.

🤔 Cos'è Recrowd?

Recrowd è una piattaforma di crowdfunding immobiliare italiana. Il crowdfunding permette di fare investimenti immobiliari anche con pochi soldi.

⏳ Qual è il miglior momento per cominciare a investire?

Tutto dipende dal tipo di investimento che ti interessa. Alcuni investimenti sono accessibili in qualsiasi momento, come PIP o assicurazioni sulla vita. Altri, come l'investimento in Borsa, dipendono dal timing: è importante conoscere i codici per sapere quando comprare e quando vendere.

8. Qualche info in più