Guide
/
Che cosa succede in caso di inflazione?
/
Calcolatore inflazione: che impatto ha sulle nostre vite l'inflazione?

Calcolatore inflazione: che impatto ha sulle nostre vite l'inflazione?

Un laptop sullo schermo del quale si possono vedere simulatori e grafici
Foto dell'autrice dell'articolo, ragazza castana vesita di blu

Marzia Vradini

Data dell'ultima modifica: 20/06/2022

Il suo spettro incombeva sulle finanze personali degli italiani da diversi mesi. Ora, nel 2022, l'inflazione è ormai ben presente e potrebbe non andarsene tanto presto. All'indomani della crisi da Covid-19, nel mezzo della guerra in Ucraina e della carenza di materie prime, come possiamo tornare a concentrarci su noi stessi e sull'impatto dell'aumento dei prezzi sul nostro patrimonio? Perderemo davvero denaro ogni anno? Quanto costerà la vita tra dieci anni? Prova i nostri simulatori sugli effetti dell'inflazione sulle tue finanze personali!

1. Come simulare gli effetti dell’inflazione?

Quali sono le conseguenze dell’inflazione sulle case degli italiani? L’aumento generalizzato dei prezzi ha diversi effetti:

Qual è l’impatto dell’inflazione sui risparmi?

Noi di Climb abbiamo costruito un calcolatore di inflazione. Per cosa? Per capire meglio gli effetti dell’inflazione sulle tue finanze personali. Il suo funzionamento è semplice: scegli l’importo presente sui tuoi conti e sui tuoi libretti e indica il numero di anni in cui prevedi di conservare queste somme. A partire dal 2022, il simulatore calcolerà l’impatto dell’inflazione sulle tue finanze e sul tuo potere di acquisto, anno dopo anno, oltre agli effetti sul tuo capitale.

Per esempio, per 20.000 euro investiti su 10 anni, i tuoi risparmi crolleranno del 50%, finendo per valere solo 9.996 euro. Su 15 anni, i tuoi 20.000 euro passeranno a un equivalente di 7.067 euro in potere d’acquisto (immaginando che l’inflazione attuale resti la stessa)!

Il nostro calcolatore dell’impatto dell’inflazione sui risparmi ti permetterà di renderti conto del reale innalzamento dei prezzi nel corso degli anni. Facile da capire e utilizzare, sarà un alleato prezioso per prendere le buone decisioni e proteggere i tuoi risparmi.

Quali sono gli effetti dell’inflazione sulle mie spese?

Ogni contribuente ha il suo modo di gestire le proprie finanze personali. Ma, in linea generale, ci sarà sempre una parte dello stipendio consacrata agli investimenti, una alla previdenza, una all’affitto e una alle spese necessarie:

Tutte queste spese pesano sul budget mensile degli italiani. Con l’innalzamento generalizzato dei prezzi, queste spese aumenteranno drasticamente. 

Immaginiamo di spendere ogni mese:

Otterremo una somma mensile di 850 nel 2022, che passerà a 1.509 euro in cinque anni, nel 2027. 

Non sei ancora convinto? Fai una prova sul nostro simulatore dell’impatto dell’inflazione sui prezzi.

Come l’inflazione pesa sulle mie finanze personali?

Una volta messe da parte certe somme (avere un fondo di emergenza è essenziale per affrontare gli imprevisti della vita, non sottovalutarlo mai!) e pagate le bollette, vi rimarrà una certa somma, che potremmo chiamare disponibilità residua. Tale somma mensile è quella che ti permette di realizzare i tuoi progetti: vacanze, acquisti, svago, ecc…

Ma, con l’innalzamento dei prezzi, la triste verità è che non sarà più possibile finanziare tutti i tuoi progetti con la stessa somma. Per avere un’idea più concreta di questa evoluzione negli anni a venire, utilizza il nostro calcolatore di inflazione e adattalo alla tua situazione!

Immaginiamo che Chiara percepisca uno stipendio mensile netto di 2.500 euro. Ecco le sue spese mensili:

La disponibilità residua di Chiara è di 1100 euro al mese nel 2022: ciò le permette di avanzare sui suoi progetti di vita o di rilassarsi uscendo con gli amici più volte a settimana. Ma nel 2027, ossia in appena 5 anni, la sua disponibilità residua sarà di soli 766 euro. Le sue uscite saranno limitate e dovrà mettere il freno ai suoi progetti di vita.

E tu, come sei messo? Scoprilo subito.

2. Qual è il tasso d’inflazione per il 2022?

Le stime (a maggio) dell’Istat in Italia per l’anno 2022 non sono molto incoraggianti:

Per contrastare questa impennata, la Banca Centrale Europea (BCE), guidata da Christine Lagarde, ha già comunicato le azioni che intende intraprendere: è ora di alzare i tassi di riferimento!

L'agenda prevede quindi un aumento dei tassi di 0,25 punti a luglio, seguito da 0,25 o 0,5 punti a settembre. È la prima volta che la BCE alza i tassi dal 2011, segno che l'inflazione che stiamo vivendo non è da prendere alla leggera. 

3. Domande frequenti

👩‍🏫 Come calcolare l’evoluzione del proprio stipendio con l’inflazione?

Per determinare la percentuale di evoluzione del tuo stipendio, dovrai effettuare il calcolo seguente: sottrarre il vecchio stipendio a quello attuale, dividere l’importo ottenuto per il vecchio stipendio e moltiplicare per 100. Con l’attuale inflazione, dovrai inoltre sottrarre dalla percentuale precedentemente ottenuta il tasso d’inflazione, che in Italia per il 2022 si attesta a 6,8%.

📊 Qual è stato il tasso d’inflazione nel 2021?

Nel 2021, la variazione media dell’inflazione è stata dell’1,9%. Il repentino innalzamento del 2022 è in parte dovuto alla ripresa economica post-Covid, alla guerra in Ucraina, alla carenza di materie prime, ecc.

🗓️ Qual è stato il tasso di inflazione più alto in Italia?

Prendendo in considerazione il periodo che va dal 1956 al 2021, l’anno in cui l’inflazione ha toccato il suo apice è stato il 1980, con un valore medio del 21,2%. L’anno in cui invece l’inflazione è stata al suo minimo è il 1959, allo 0,5%.

🤝 Qual è il tasso di inflazione europea?

L'inflazione nella zona euro ha raggiunto un tasso dell'8,1% a maggio, stando al dato preliminare dei prezzi al consumo comunicato dall’Eurostat (l’ufficio statistico europeo).

4. Qualche info in più

Non perdere tempo

Notizie e consigli gratuiti nella tua casella mail

Grazie! Abbiamo ricevuto la tua iscrizione!
Oops ! Something went wrong while submitting the form...