Guide
/
Come funziona un'assicurazione sulla vita?
/
Polizze vita come investimento: quanto si guadagna con un'assicurazione sulla vita?

Polizze vita come investimento: quanto si guadagna con un'assicurazione sulla vita?

1. Cosa sono le polizze assicurative di investimento?

Le polizze assicurative di investimento sono contratti di capitalizzazione, che funzionano sulla base di un assunto semplice: il contraente versa un premio all'assicuratore, il quale si impegna a restituirlo capitalizzato alla scadenza. Che cosa significa? In sostanza, significa che il premio sarà aumentato degli interessi maturati nel corso della durata contrattuale, senza alcun legame con la durata della vita dell’assicurato. Il loro scopo, quindi, è quello di far fruttare i risparmi del contraente (a differenza delle normali polizze vita di risparmio, che garantiscono un rendimento esiguo a chi le sottoscrive).

Le principali tipologie di polizze dedicate all’investimento sono:

La compagnia, per poter rispondere all’esigenza di investimento, gestisce il capitale versato affidandolo a un fondo d'investimento, con l'obiettivo di restituirlo accresciuto al termine del periodo concordato.

Come per ogni prodotto di investimento, è importante capire quali sono i nostri obiettivi e che cosa desideriamo per i nostri risparmi. È proprio per questo che sarebbe inutile dire quali sono le migliori gestioni, semplicemente perché non esistono a priori ma si fanno tali in relazione alle esigenze di ognuno.

2. Come funzionano le polizze assicurative di investimento?

Le polizze assicurative di investimento non sono un’assicurazione sulla vita, ma si basano sulla stessa logica: come abbiamo visto, a fronte del versamento unico o periodico di denaro da parte del contraente, la compagnia assicurativa si impegna a corrispondere, alla scadenza prestabilita, un montante che equivale alle somme versate dal contraente aumentate degli interessi al tasso garantito.

Le polizze vita a premio annuo

Investire in una polizza vita a premio annuo significa destinare una parte dei guadagni a dei fondi di investimento che fanno maturare degli interessi sulla somma investita.

Il contraente, quindi, versa una somma ogni anno per un numero determinato di anni e si impegna a non toccarla. Alla fine del periodo concordato, il suo capitale sarà aumentato grazie alle eventuali plusvalenze, e di conseguenza il contraente si ritroverà di fronte a una scelta: reinvestire il montante ottenuto oppure riscattarlo.

Le polizze vita a premio annuo consentono di mettere da parte in maniera costante cifre anche piuttosto basse, garantendosi la possibilità di creare un capitale futuro. È però fondamentale fare un’analisi della propria situazione finanziaria prima di decidere di adottare questa forma di investimento:

Le polizze vita a premio unico

Come suggerisce il loro nome, le polizze vita a premio unico richiedono un solo versamento iniziale. I successivi, invece, sono facoltativi. Queste polizze sono adatte a chi dispone già di un capitale da investire e decide di ottenere da esso un rendimento attraverso una polizza assicurativa.

Le polizze a premio unico sono un modo per investire i risparmi in fondi comuni dal rischio piuttosto basso, che, visto il mantenimento prolungato nel tempo, si abbassa sempre di più. Ovviamente, come sappiamo, a rischi bassi corrispondono rendimenti bassi, ed è un punto da tenere sempre in considerazione.

3. Scegliere una polizza a gestione separata o una unit linked: quali sono le differenze?

Gli investimenti legati alle polizze vengono gestiti dalle compagnie assicurative per mezzo di particolari fondi. Fra questi possiamo riconoscerne principalmente due:

Vediamoli insieme nel dettaglio.

Gestione separata (o Polizze vita Ramo 1): che cos’è?

All’interno delle gestioni separate vengono fatti confluire i premi (siano essi mensili, trimestrali, semestrali o annuali) che arrivano da contratti di assicurazioni tipo vita e che vengono aggiunti al capitale già versato, integrando così il patrimonio del fondo e, di conseguenza, la somma finale spettante al cliente.

La gestione separata investe principalmente in:

Sorge spontanea la domanda: ma quanto rende una gestione separata? Nell’attuale assetto storico ed economico, strumenti di questo tipo hanno rendimenti decisamente bassi, a cui si aggiungono costi di gestione piuttosto elevati. Questo soprattutto perché l’investimento in azioni è solo una minima parte dell’investimento, che invece si appoggia principalmente sui titoli di stato. Vi è sì un rendimento minimo garantito, ma potrebbe essere anche pari a zero. Va inoltre sottolineato che vige una tassazione sulla gestione di questo fondo.

Che cosa sono le polizze unit linked?

Le unit linked sono delle speciali polizze (di Ramo 3) il cui valore dipende dall’andamento dei mercati finanziari. I premi vengono investiti in fondi o Sicav (Società di investimento a capitale variabile, ossia società che hanno per oggetto esclusivo l'investimento collettivo del patrimonio raccolto mediante l'offerta al pubblico di proprie azioni).

Le polizze unit linked sono di solito dei contratti a vita intera, cioè stipulati per durare tutta la vita dell’assicurato, e prevedono il versamento di un premio unico iniziale oppure più versamenti periodici. Se il soggetto assicurato muore prima della scadenza del contratto, la compagnia si impegna a riconoscere il capitale a beneficiari o agli eredi.

Possiamo suddividere il funzionamento di una polizza unit linked in quattro tappe:

  1. Il contraente/assicurato versa il premio
  2. La compagnia assicurativa sottrae alcuni costi
  3. Il contraente/assicurato dà delle indicazioni per la ripartizione del capitale investito nei fondi interni
  4. I fondi interni investono in fondi di investimento o Sicav

4. Gli investimenti assicurativi sono investimenti sicuri?

Come sappiamo bene, nessun investimento può essere definito sicuro. E questo significa che nemmeno gli investimenti assicurativi possono essere considerati tali, in quanto, esiste una componente di rischio legata alla volatilità dei mercati che non è da sottovalutare.

Vanno però fatte alcune considerazioni:

  1. i fondi non investono su singole azioni ma su interi mercati
  2. i fondi si basano su orizzonti temporali molto lunghi

I rischi vengono distribuiti, sia sul mercato sia nel tempo. Perché il fondo vada davvero male, tutto il mercato dovrebbe andare male. Più realisticamente, invece, se un’azione va male, un'altra andrà meglio, bilanciando i risultati. Uguale per la componente tempo: le fluttuazioni dei mercati possono essere molto repentine, ma nel lungo termine si dovrebbe ottenere un risultato positivo. È per questo che non si tratta di strumenti adatti a tutti, e che va prima allenata la propria emotività nei confronti dei mercati, proprio come per tutti gli strumenti di investimento.

Al tempo stesso, non si possono negare alcuni problemi legati a queste polizze:

Alla luce di questi elementi, è sempre bene fare un'attenta valutazione di tutte le alternative presenti sul mercato e, soprattutto, informarsi in maniera continua, studiare i documenti di supporto delle compagnie assicurative, e tenere a mente i propri obiettivi per fare le scelte più consapevoli.

5. Domande frequenti

🧐 Che cos’è il tasso tecnico?

Il tasso tecnico è semplicemente un’altra denominazione del tasso garantito.

🤷‍♂️ Che cosa sono le polizze index linked?

Le polizze index linked, da non confondere con le unit linked, sono polizze che non prevedono il versamento in uno o più fondi specifici ma calcolano l’ammontare del capitale erogato secondo l’indice al quale sono collegate (azionario, obbligazionario o all’inflazione).

📅 Qual è la durata minima di un contratto di capitalizzazione?

Di norma, i contratti di capitalizzazione non possono avere durata inferiore a cinque anni.

🤝 Si può chiudere un contratto di capitalizzazione prima della sua fine ufficiale e richiederne il riscatto?

Come per le assicurazioni sulla vita, è possibile richiedere l’estinzione anticipata della polizza e il riscatto della somma, dietro pagamento di una penale.

6. Qualche info in più