Guide
/
Come funziona un'assicurazione sulla vita?
/
Riscatto di una polizza vita: come si fa?

Riscatto di una polizza vita: come si fa?

1. Cos’è il riscatto di una polizza vita?

Il riscatto di una polizza vita è la liquidazione, da parte della compagnia assicurativa, della quota versata dal contraente tramite premi. In parole povere, si tratta di un’operazione per mezzo della quale l’assicurazione restituisce le somme che il contraente ha pagato come copertura assicurativa.

Ma per quale motivo la compagnia dovrebbe restituire questi soldi al contraente? È una scelta che spetta al contraente stesso, che potrebbe decidere di inoltrare questa richiesta per diverse ragioni, fra cui:

  1. l’assicurazione non gli è più utile
  2. vuole cambiare l’attuale polizza, per sostituirla con una nuova, di tipo diverso
  3. ha dei problemi finanziari e non può continuare a pagare i premi

Si tratta di una scelta che va ponderata attentamente, perché non sempre è conveniente chiedere il riscatto di una polizza: è vero che la possibilità di farlo esiste, ma a volte il rimborso potrebbe non essere economicamente interessante.

Riscattare la propria polizza in qualsiasi momento, senza che vengano applicate delle penali e senza subire una grossa riduzione degli importi versati è praticamente impossibile (una polizza vita è un contratto a tutti gli effetti, con scadenze che vanno rispettate). Prima di sottoscrivere qualsiasi assicurazione, quindi, è sempre bene leggere attentamente le clausole di recesso

Come si calcola il valore del riscatto di un’assicurazione sulla vita?

In molti si chiedono: “Come faccio a calcolare la somma a cui ho diritto quando chiedo il riscatto di una polizza?”. In realtà, la risposta non è univoca, in quanto occorre controllare le clausole di recesso presenti sul proprio contratto e leggere quale percentuale di penale viene applicata in caso di riscatto. Ogni compagnia assicurativa, infatti, può prevedere penali diverse, più o meno vantaggiose per il cliente.

A prescindere dai singoli casi, però, l’operazione da effettuare per conoscere l’importo che spetta al contraente è sempre la seguente:

Valore del riscatto =

somma totale dei premi versati -

percentuale prevista dal contratto per ogni annualità residua alla scadenza

2. Come si riscatta una polizza vita?

Dopo quanto detto, riscattare una polizza vita potrebbe sembrare molto complicato, ma in realtà si tratta di un’operazione molto più semplice di quanto si creda. I passaggi per poterlo fare sono essenzialmente tre:

  1. Compilare la domanda
  2. Inviare la domanda
  3. Attendere la risposta (obbligatoria) della compagnia, sia essa favorevole o contraria

Facile, no? Non sempre. O meglio, il procedimento lo è, a patto che la compagnia accetti o meno di liquidare anticipatamente la polizza. E questo è un dettaglio da verificare alla stipula del contratto, in quanto si tratta di un’informazione fondamentale di cui il contraente deve essere al corrente per poter prendere una decisione consapevole.

La domanda si compone di tre documenti:

Deve inoltre essere sempre presente la motivazione che spinge il contraente a voler procedere al riscatto della sua polizza.

Modulo per il riscatto di una polizza vita: modello per la domanda

Spett.le

Compagnia di Assicurazioni

Agenzia

……………………………………….

……………………………………….

Oggetto: riscatto della polizza vita n° ……………. stipulata il …………………….. .

Il/La sottoscritto/a …………………….........……….. nato/a a ………………….…..……………. il __/__/________, residente a …………………..……………, Prov. ……., in ………………………………………… - CAP …………., C.F. …………………………………….., contraente ed assicurato della polizza in oggetto, comunica la propria intenzione di avvalersi del diritto di riscatto totale/parziale della suddetta polizza ai sensi degli articoli 1924 e 1925 del codice civile e dell'art. ………… delle condizioni generali di contratto.

Vogliate pertanto provvedere al versamento dell'importo spettante (barrare la scelta preferita):

IBAN:  …………………………………………… intestato a: ………………………………………………………

Distinti saluti.

[Luogo], [Data]

Firma ____________________________________

Allegati:

-    copia f/r del documento di identità

-    originale di polizza¹  

-    certificato di esistenza in vita dell'assicurato nel caso in cui l'assicurato non coincida con l'investitore-contraente.

¹ In mancanza di questa, denuncia di smarrimento presso l’Autorità Giudiziaria oppure dichiarazione di smarrimento

3. Quando e a chi conviene riscattare una polizza vita?

Ogni contratto di assicurazione sulla vita prevede un periodo minimo (di solito 3 anni) prima del quale non è possibile richiedere il riscatto della polizza. Se quindi si recede il contratto prima di questo periodo, non sarà possibile recuperare alcuna somma, perdendo automaticamente tutto il denaro risparmiato.

Trascorsi questo periodo, invece, si può riscattare la polizza vita, ma è davvero sempre conveniente? La liquidazione, infatti, seppur possibile, sarà fortemente influenzata dall’applicazione delle penali. La somma spettante al contraente, quindi, non corrisponderà al totale dei versamenti da lui effettuati negli anni, ma, come detto in precedenza, al totale meno le penali applicate per il riscatto anticipato.

Capiamo bene che, nei primi anni, recedere dal contratto non è per niente conveniente, perché la somma accumulata non risulterebbe abbastanza interessante da giustificare le forti penali. A 5 anni dalla scadenza della polizza, però, la situazione potrebbe essere più conveniente. A chi chiede il rimborso in questo momento verranno applicate sanzioni nettamente inferiori e potrà quindi recuperare buona parte dell’investimento.

La sospensione del versamento dei premi

Per andare incontro alle esigenze dei contraenti, che come abbiamo detto all’inizio, potrebbero non trovarsi più nella posizione di pagare i premi, molte compagnie permettono di interrompere temporaneamente il pagamento delle rate della polizza.

Il vantaggio non è indifferente: non si rischia infatti la riduzione della somma investita e non si subisce l’applicazione di alcuna penale. E si può riprendere a pagare i premi quando la propria situazione economica sarà più stabile.

4. Domande frequenti

📑 Dove trovo il modulo per riscattare anticipatamente la mia polizza vita?

Il modulo è reperibile presso le agenzie assicurative, sul loro sito Internet o presso gli uffici predisposti.

🤷‍♂️ Ho smarrito l’originale della polizza vita, posso comunque inviare una domanda di riscatto?

In caso di smarrimento della polizza, il contraente (o il beneficiario) deve allegare alla domanda di riscatto la denuncia di smarrimento presentata all'autorità oppure un’autocertificazione di smarrimento dell'originale della polizza. Non sempre l’autocertificazione viene accettata dalle compagnie assicurative; in questo caso è bene provvedere a fare una denuncia di smarrimento presso il più vicino comando di Polizia o Carabinieri.

🧐 Quali tipi di riscatto si possono richiedere?

Il riscatto può essere totale o parziale. Nel caso di un riscatto parziale, si può richiedere la liquidazione di una sola parte del capitale accumulato. Nella domanda di riscatto andrà quindi specificato quanto del capitale si intende riscattare. Non tutte le compagnie lo permettono; è quindi sempre bene controllare nel contratto firmato che questa possibilità sussista.

🤷‍♂️ In quali casi non si può richiedere il riscatto di una polizza?

L’unico caso in cui non si può richiedere il riscatto è quello delle polizze caso morte perché sono legate esclusivamente alla vita dell’assicurato e quindi prevedono il versamento del capitale ai beneficiari al solo verificarsi del suo decesso.

5. Qualche info in più